Logo Iren

Premi e riconoscimenti 2014

LUNDQUIST CSR On-line Awards Italy 100

Il campo della responsabilità sociale delle imprese (CSR) e la sostenibilità sta subendo un profondo cambiamento nel ri-plasmare il rapporto tra la società e gli stakeholder. La penetrazione del digitale nel lavoro quotidiano ha modificato l’accesso alle informazioni delle aziende da parte delle persone in grado di valutare immediatamente l’impegno delle aziende in termini ambientali, sociali e di governance.
Il risultato più evidente di questo cambiamento è il crollo delle barriere tra "Report", “Comunicazione" e "Impegno". CSR Online Awards, nella sua 6° edizione, si è evoluto per riflettere questa nuova realtà che è stata riorganizzata intorno a 7 pilastri, ciascuno con una metodologia appropriata e una serie di criteri di valutazione di elementi quantitativi e qualitativi.
La metodologia di valutazione utilizzata nel 2014, basata su 7 pilastri della comunicazione online (concrete, exhaustive, ongoing, user friendly, social, integrated, distinctive), risulta più stringente rispetto al metodo utilizzato nell’edizione del 2012. Tale inasprimento della metodologia si riflette sui punteggi ottenuti che risultano, a tutti i livelli, nettamente inferiori rispetto a quelli del 2012.
Tale tendenza risulta evidente anche per i “best in class”: il punteggio medio delle prime tre aziende classificate si è ridotto di circa 10 punti, passando da una media di  73,75 punti nel 2012 a 63,08 nel 2014.
In controtendenza il punteggio pressoché stabile di Iren  (28,75 nel 2014 e 29 nel 2012), che grazie alla revisione della sezione “Sostenibilità” sviluppata nel corso del 2013, ha migliorato il proprio piazzamento di 3 posizioni,  raggiungendo il 23° posto.

Top Utility award

Il Gruppo Iren è stato nominato tra i finalisti della III edizione del Top Utility award, il premio che annualmente Top Utility Analysis riconosce alle eccellenze italiane nella gestione di acqua, energia e ambiente. Oltre al Premio Top Utility assoluto, sono stati riconosciuti premi per la categoria Sostenibilità, per la Comunicazione, un premio speciale Performance Operative ed il premio alla Tecnologia a cura di Wärtsila. Nella rosa dei finalisti per il Top Utility Sostenibilità, che premia le politiche di gestione ambientale e di Corporate Social Responsibility, è stato inserito il Gruppo Iren. Top Utility award annovera tra i suoi partner Federutility, Federambiente, Confservizi, Assoelettrica, FISE-Assoambiente, AIDI, Assocarboni, FAST, FCS, Federchimica, Fondazione EnergyLab, CE-DEC e Wärtsila Italia. Il progetto è patrocinato da Commissione Europea Rappresentanza per l’Italia, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Ambiente, ENEA.

SMAU

Il teleriscaldamento di IREN si aggiudica il premio Innovazione ICT Piemonte promosso da Smau.
Riconoscimento assegnato per il sistema di telegestione delle sottostazioni di scambio termico della rete di teleriscaldamento di Torino.
Torino, 14 maggio 2014 - Il Gruppo Iren si è aggiudicato il Premio Innovazione ICT Piemonte, assegnato da Smau ai migliori casi di aziende ed enti pubblici che hanno innovato con successo il proprio business attraverso le tecnologie digitali con l’obiettivo di generare un meccanismo virtuoso di condivisione delle esperienze di eccellenza. “Siamo particolarmente felici del riconoscimento di Smau – sottolinea Francesco Profumo, Presidente di Iren – che sostiene la strategia del Gruppo Iren in tema di innovazione, intesa come leva prioritaria per creare nuove opportunità di business trasferibili ad altri contesti industriali e territoriali, valorizzando il nostro ruolo di consulente energetico. Il progetto che abbiamo candidato rappresenta un esempio concreto in cui la collaborazione tra impresa e Comune produce effettivi risultati nel dar vita ad una città sempre più intelligente”. “Ricevere questo premio è di particolare soddisfazione, in quanto viene riconosciuta la capacità di innovazione di Iren nel settore del teleriscaldamento in cui siamo leader a livello nazionale – precisa Giuseppe Bergesio, Amministratore Delegato di Iren Energia - il sistema, sviluppato da Iren Energia, permette la telegestione delle sottostazioni di scambio termico della rete di teleriscaldamento di Torino, città più teleriscaldata d’Italia, con i suoi 570.000 abitanti serviti, consentendo di migliorare la qualità del servizio al cliente, l’affidabilità della rete e di contenere i costi di gestione”. A partire dal 2011 il Gruppo Iren, leader italiano nel settore del teleriscaldamento (76 milioni di metri cubi teleriscaldati), ha infatti deciso di investire nell’individuazione di metodologie e sistemi in grado di ottimizzare e innovare il sistema di telegestione delle sottostazioni di scambio termico di condominio (costituite sostanzialmente da uno scambiatore tra rete primaria di teleriscaldamento cittadino e rete secondaria di riscaldamento di edificio, da un regolatore e da un contatore) presenti nelle città di Torino, Parma, Piacenza e Reggio Emilia. Il Gruppo Iren ha così sviluppato un sistema aperto basato su software open source e componenti industry standard per la telelettura e telegestione delle sottostazioni di scambio termico, installando sistemi innovativi su 3.600 sottostazioni e con l’obiettivo di completare il piano di copertura delle sottostazioni gestite. Il sistema di telegestione offre diversi benefici quali la telelettura dei contatori, la possibilità di monitorare e variare i parametri di esercizio dei regolatori, attivando gli interventi di manutenzione, le accensioni da remoto e la gestione delle emergenze determinate da guasti della rete.

Ecostars

Iren Emilia ha ottenuto, con il punteggio di 3 stelle, l’attestato EcoStars. Il progetto europeo EcoStars ha premiato le aziende del territorio parmense che sono riuscite ad incrementare l’efficienza del proprio parco automezzi  diminuendo sensibilmente la quantità di anidride carbonica immessa in atmosfera.

RAEE@Scuola

Sono stati ottenuti ottimi risultati, per le scuole dei territori in cui opera Iren, nel concorso legato al progetto RAEE@Scuola: Reggio Emilia 2° città in Italia per quantità di materiale raccolto in assoluto; Parma 2° citta in Italia per quantità di materiale raccolta/alunno; la Scuola Cà Bianca di Reggio Emilia 1° in Regione per quantità; la Scuola Pezzani di Parma premiata per l’impegno che l’ha portata a raccogliere più materiale rispetto al numero di alunni in Regione.
Ottimi risultati frutto certamente dell’impegno delle scuole, manche del lavoro dio sensibilizzazione che Comuni e Azienda da tempo fanno. Il progetto è stato promosso dall’Associazione nazionale Comuni Italiani (Anci) e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC Raee), con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, a cura di Ancitel E&A. A Parma e Reggio Emilia è stato realizzato con il patrocinio delle Amministrazioni Comunali e con la collaborazione di Iren. Raee@Scuola, che da settembre 2013 a oggi ha coinvolto 30 Comuni italiani ha lo scopo di educare i giovanissimi sui temi della sostenibilità e della raccolta differenziata e, di insegnare ai ragazzi, in particolare, come gestire e smaltire correttamente i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Legambiente Emilia Romagna

Legambiente Emilia Romagna ha assegnato a diversi Comuni serviti dal Gruppo Iren il premio per i Comuni Ricicloni 2014. Sono stati premiati i comuni di Felino per le percentuali di raccolta differenziata, Brescello per la raccolta differenziata di carta e organico, Piacenza per i risultati nella raccolta differenziata della carta.

Carbon Disclosure Project

Il Gruppo Iren, per il terzo anno consecutivo, ha partecipato al survey del Carbon Disclosure Project “CDP Italy 100 Climate Change Report 2014”, conseguendo uno score pari ad 85 punti in tema di disclosure sulla qualità e sulla completezza delle risposte fornite al questionario, superiore alla media delle prime 100 aziende italiane (71 punti). Per quanto concerne la valutazione inerente le performance, il Gruppo è risultato stabile, avendo ottenuto lo stesso esito dell’anno precedente, pari a “B”.

Il Carbon Disclosure Project (CDP) è un'organizzazione “no profit” attiva nel campo della riduzione delle emissioni dei gas ad effetto serra e dell'utilizzo sostenibile dell'acqua da parte di aziende e città. Il CDP opera per conto di 767 investitori istituzionali di tutto il mondo (grandi banche e intermediari finanziari), che gestiscono asset per 92mila miliardi di dollari. Ogni anno il CDP, per conto dei propri investitori, richiede, tramite un questionario alle imprese, informazioni relative alle emissioni di gas ad effetto serra e alle misure adottate per la mitigazione dei cambiamenti climatici, favorendo la comunicazione aziendale con i propri investitori, organizzazioni governative e non governative, accademiche, altre imprese e con il pubblico.

Per ulteriori informazioni:

» Questionario CDP - Iren 2014
» Report CDP

Avvertenze | Credits - Tutti i diritti riservati © 2010-2017 Iren S.p.A. - Via Nubi di Magellano, 30 - 42123 Reggio Emilia -
irenspa@pec.gruppoiren.it - Capitale sociale I.V. 1.276.225.677,00 euro - Codice fiscale/Partita IVA: 07129470014 .