Logo Iren

Impegni di miglioramento

 Obiettivi e politiche ambientali

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI
Consolidare il primato delle fonti ecocompatibili

• Produzione idroelettrica pari a circa 1.452 GWh (in linea a quella del 2014, +1%), in forte aumento (+38%) rispetto al biennio precedente
• Aumento della volumetria teleriscaldata (+1,74 milioni di metri cubi rispetto al 2014)

• Realizzazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili e incremento della volumetria teleriscaldata
• Realizzazione di interventi di riqualificazione degli impianti idroelettrici di Chiomonte e Susa

Ridurre le emissioni in atmosfera

• Installazione di un sistema di riduzione catalitica delle emissioni di CO presso la centrale termoelettrica di Torino Nord e interventi tecnici per la riduzione delle emissioni in atmosfera
• Sostituzione dei bruciatori presso la centrale termica del BIT

• Installazione di scambiatori e pompe per il riscaldamento del gas naturale con il fluido del teleriscaldamento al posto delle attuali caldaie alimentate a gas naturale nella stazione di decompressione gas naturale della centrale di Moncalieri

• Installazione di un sistema di riduzione catalitica di abbattimento degli ossidi di azoto (DeNOx) e del monossido di carbonio (CO Catalyst) presso la centrale di Turbigo

Ridurre le emissioni da campi elettromagnetici (CEM): monitoraggio mensile delle cabine elettriche per mantenere i valori CEM nei limiti del valore di Qualità

• Misurazione dei CEM per il 50% delle cabine entrate in esercizio • Prosecuzione della progettazione e costruzione delle nuove cabine di trasformazione MT/BT

Ridurre il numero di apparecchiature elettriche contenenti olio contaminato da PCB/PCT

• Dismissione di 34 apparecchiature contenenti PCB/PCT • Prosecuzione della dismissione e smaltimento di apparecchiature contenenti olio contaminato da PCB/PCT
Ridurre i consumi e risparmiare energia

• Avvio della prima fase del Progetto Torino Led (installazione sulla rete di illuminazione pubblica di circa 23.400 lampade a led su 55.000 totali)
• Rinnovamento integrale degli impianti termici di 46 edifici scolastici di proprietà della Città di Torino
• Adesione della Città di Torino al progetto europeo Pro Lite per l’innovazione nel comparto della pubblica illuminazione (illuminazione nell’edilizia, semaforica stradale, di tunnel e metropolitane)
• Interventi di rinnovamento degli impianti elettrici di due edifici scolastici di Torino (progettazione ed esecuzione gare per approvvigionamento di materiali e servizi)
• Adesione della Città di Torino al progetto Probis per la realizzazione di un Energy Management System (EnMS) per la gestione dell'energia del patrimonio immobiliare comunale
• Progettazione degli interventi di rinnovamento degli impianti elettrici di un importante edificio di proprietà della Città di Torino

• Completamento del Progetto Torino Led Fase 1 con l’installazione delle rimanenti 31.600 lampade
• Avvio della seconda fase del Progetto Torino Led (sostituzione di circa 860 punti di illuminazione ad alto consumo, riqualificazione impianti di illuminazione dei principali sottopassi cittadini e sostituzione di circa 12.500 lanterne semaforiche)
• Rinnovamento integrale degli impianti termici relativi a 120 edifici di proprietà della Città di Torino
• Avvio dei lavori di rinnovamento degli impianti elettrici presso due edifici di proprietà della Città di Torino inseriti nel progetto europeo Pro-Lite
• Avvio delle gare e dei lavori per il rinnovamento degli impianti elettrici dell’edificio di proprietà della Città di Torino inserito nel progetto europeo Probis
• Presentazione ai Comuni di Genova e Reggio Emilia del progetto di efficientamento energetico della rete di illuminazione pubblica cittadina

Migliorare i sistemi di raccolta, gestione, smaltimento rifiuti e aumentare la percentuale di raccolta differenziata

• Superamento del 65% di raccolta differenziata sul bacino delle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia (media nazionale pari a circa il 45%)
Sviluppo della raccolta differenziata a Torino (obiettivo 42,2%): messa a regime del sistema porta a porta nel quartiere Crocetta e avvio della sperimentazione della raccolta RAEE R4 nella Circoscrizione 9
Acquisto ed utilizzo di un Centro Ambientale Mobile

Aumento della percentuale di raccolta differenziata come previsto dal Piano Regionale di Gestione Rifiuti Emilia Romagna: obiettivi di raccolta differenziata al 73% su base regionale entro il 2020
Sviluppo della raccolta differenziata nella città di Torino

Ridurre gli impatti ambientali legati alle attività di raccolta e gestione rifiuti urbani e non pericolosi

Sostituzione di veicoli obsoleti con veicoli nuovi per la riduzione delle emissioni in atmosfera
Miglioramento delle condizioni di stoccaggio dei rifiuti sui plateatici con particolare riferimento agli scarichi da questi prodotti
Adeguamento strutturale di alcune aree di stoccaggio rifiuti a Torino: trasferimento attività del centro di raccolta di C.so Brescia in Via Ravina

Adeguamento strutturale di alcune aree di gestione rifiuti a Torino: chiusura attività in sede C.so Brescia e trasferimento attività dei servizi territoriali in Via Ravina
Trasformazione del termovalorizzatore di Piacenza in impianto cogenerativo. Allaccio dell'impianto alla rete urbana del teleriscaldamento entro la stagione invernale 2017/18 con relativi benefici ambientali (sostituzione delle caldaie di riscaldamento domestico per una volumetria riscaldata pari a 1 milione di metri cubi aggiuntivi e risparmio del gas utilizzato in via prioritaria per l'alimentazione della rete del teleriscaldamento)

Accrescere l’efficienza nel servizio idrico integrato:
• minimizzare l’impatto ambientale
• ridurre le perdite di rete

• Installazione di misuratori di portata e monitoraggio dei serbatoi a Carpena, nel comune di Chiavari
Prosecuzione dello studio per la riduzione delle perdite idriche nel Comune di Chiavari
Prosecuzione dei lavori per l’adeguamento alla normativa delle emissioni in atmosfera dei depuratori di Chiavari, Lavagna e Sestri Levante

• Installazione di un ulteriore misuratore di portata a Carpena, nel comune di Chiavari
• Analisi degli acquedotti con le maggiori dotazioni pro-capite (litri immessi per abitante al giorno) e scarsità di dotazione idrica estiva per ricerca perdite
• Monitoraggio degli acquedotti serviti da sorgenti montane e del comprensorio del Golfo del Tigullio
• Razionalizzazione ed efficientamento degli impianti e acquedotti con maggior assorbimento energetico unitario (kWh/mc)
• Recupero di energia del 2-3% rispetto al 2015

Costruire la nuova vasca di bilanciamento del depuratore di Moneglia

Realizzare l’impianto trattamento aria del depuratore di Chiavari

Realizzazione del progetto esecutivo della nuova vasca di bilanciamento del depuratore di Moneglia con ottenimento dell’autorizzazione paesaggistica
Realizzazione del sistema di trattamento aria dei depuratori di Chiavari e di Lavagna
Realizzazione del progetto esecutivo del sistema di trattamento aria del depuratore di Sestri Levante
• Stabilità dei consumi energetici del settore depurazione, nonostante il potenziamento dei comparti di numerosi impianti e l’avvio di nuove infrastrutture
Riduzione degli assorbimenti di energia dei sollevamenti fognari anche in relazione alla scarsa piovosità autunnale
Implementazione di logiche automatiche di controllo dell’aria fornita ai comparti di ossidazione per l’utilizzo dei compressori e riduzione dei consumi energetici sui depuratori di Rubiera e San Martino in Rio (RE)
Upgrading dei sistemi di pompaggio dei sollevamenti fognari di Carpi (MO) e Bagnolo in Piano (RE)

• Prosecuzione delle attività di efficientamento dei depuratori di Lavagna, Sestri Levante e Moneglia
Implementazione di logiche automatiche di controllo dell’aria fornita ai comparti di ossidazione per l’utilizzo dei compressori e riduzione dei consumi energetici

Migliorare l’efficienza della rete di distribuzione gas e assicurare un elevato livello di sicurezza contenendo il più possibile il gas disperso in atmosfera

• Prosecuzione dell’attività di rinnovamento rete per ridurre le dispersioni e le emissioni di gas in atmosfera (dismissione e adeguamento di 11,88 km di reti in ghisa grigia con giunto in canapa e piombo e 17,33 km di reti in acciaio non protetta)
• Attività per la messa in esercizio definitiva nella stazione RE.MI. di Genova Campi del sistema "EMMA"
• Ispezione di oltre l’80% della rete gas

• Prosecuzione dell’attività di rinnovamento rete in accordo con quanto previsto dall’AEEGSI
• Implementazione della rete e dell'impianto di protezione catodica sulla rete in acciaio quale attività integrativa del progetto di rinnovamento rete e messa in sicurezza della stessa ai fini del contenimento delle dispersioni

Implementare il sistema integrato Certificazione Qualità, Ambiente e Sicurezza

Presentazione della domanda di accreditamento ad Accredia del Multisito per l’omogeneizzazione delle prassi operative delle diverse aree territoriali per il miglioramento delle performance dei Laboratori
Estensione dell'oggetto di certificazione integrata Qualità Ambiente e Sicurezza all'impianto di recupero Materie di Collegno

Redazione della documentazione dei processi di service svolti da Iren per le aziende del Gruppo.  Audit per il mantenimento della Certificazione Qualità, Ambiente e Sicurezza, con riferimento ai processi di service
Prosecuzione delle attività volte all’ottenimento dell’Accreditamento Multisito da parte di Accredia, per i Laboratori
Conclusione della certificazione Qualità, Ambiente e Sicurezza di IRETI
Riesame e riprogettazione dei processi di IRETI, volto ad unificare ed omogeneizzare le prassi operative e revisionare tutta la documentazione del Sistema integrato
Adeguamento del Sistema di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza alla nuova organizzazione di Iren Mercato
Implementazione del piano delle attività volte ad uniformare ed omogeneizzare le procedure di Iren Energia nell’ambito dei Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza
Mantenimento delle certificazioni ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001 e UNI 11352 di Iren Servizi Innovazione
Mantenimento della certificazione UNI 11352 di Iren Rinnovabili
Mantenimento delle certificazioni Qualità, Ambiente, Sicurezza ed EMAS di Iren Ambiente
Mantenimento delle certificazioni Qualità, Ambiente, Sicurezza ed EMAS per Iren Ambiente con integrazione della documentazione di Tecnoborgo nel sistema e l’estensione del sistema Amiat all’impianto di Borgaro e alla sede di Via Ravina

Personale

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI

Utilizzare un unico strumento informatico di supporto alla gestione del personale di tutto il Gruppo

Trasferire i contenuti delle intranet locali sulla intranet di Gruppo

Analizzare il welfare aziendale e definire un piano di Gruppo

Revisione dell’attuale organizzazione della gestione della salute e sicurezza nel Gruppo

• Implementazione del sistema informatico di gestione del personale uniforme per tutto il Gruppo
• Attuazione del piano di riequilibrio demografico: gestione degli esodi e delle assunzioni
• Estensione del telelavoro al CCNL Ambiente con firma di Accordo Sindacale
• Implementazione di una intranet unica per tutto il Gruppo
• Analisi approfondita relativa al Welfare aziendale e definizione di un piano di Gruppo per tutti i dipendenti
• Attuazione delle disposizioni in materia di adempimento ed attuazione del D. Lgs. 81/08 per la prevenzione e protezione dei lavoratori dai rischi in materia di salute e sicurezza sul lavoro

• Completamento piano di riequilibrio demografico: esodo, assunzioni e valutazione in merito a un possibile nuovo esodo
• Introduzione di un sistema strutturato di welfare per tutti i dipendenti con portale, provider e altri strumenti
• Realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro
• Coinvolgimento e partecipazione del personale nella condivisione della politica e degli obiettivi per il mantenimento di un sistema di gestione qualità, ambiente e sicurezza conforme agli standard ISO 9001, UNI ISO 14001 e BS OHSAS 18001

Clienti

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI

Perfezionare e arricchire il programma di fidelizzazione “Club Iren Mercato” riservato ai clienti del mercato libero

Definire nuove offerte che comprendano servizi innovativi per il risparmio e l’efficientamento energetico, per il segmento domestico e business

Ampliare l'accessibilità ai servizi online per migliorare la comunicazione con i clienti e renderli maggiormente autonomi nella gestione delle pratiche

Completare l’indagine di customer satisfaction avviata nel 2014

Aprire nuovi punti di contatto presso esercizi commerciali nelle aree di sviluppo

• Indagine di Customer Satisfaction supplementare finalizzata a misurare la qualità del servizio di vendita erogato da Iren Mercato presso gli sportelli delle principali sedi di Genova, Parma e Torino
• Monitoraggio continuativo del grado di soddisfazione del cliente attraverso due campagne telefoniche su specifici cluster di clientela, finalizzate a misurare la propensione del cliente all’abbandono o alla portabilità
• Realizzazione modulo online per l’inoltro via web della richiesta di sottoscrizione a specifiche offerte di fornitura di energia elettrica e gas naturale per clienti domestici
• Incremento dei servizi disponibili sull’applicativo ClickIren, in particolare la possibilità di rinunciare in autonomia alla bolletta cartacea, con conseguente aumento dei clienti registrati (ca. 60.000) e delle adesioni al servizio di bolletta digitale
• Campagna Bolletta Facile per la promozione della scelta della bolletta digitale e rinuncia alla bolletta in formato cartaceo con l’obiettivo di sensibilizzare il cliente alla salvaguardia dell’ambiente e alle nuove forme di risparmio
• Campagna di customer caring, “Courtesy call” per accrescere il valore della relazione con il cliente e promuovere una comunicazione diretta e bidirezionale nel momento della comunicazione del nuovo prezzo delle offerte a prezzo fisso in scadenza
• Definizione e lancio dell’offerta Iren LED, che prevede la vendita di un kit di lampadine a basso consumo energetico ai clienti con contratto di somministrazione di energia elettrica nel mercato libero, con la possibilità per il cliente di seguire online lo stato della spedizione del proprio kit
• Arricchimento dell’offerta Club Iren con ulteriori vantaggi, quali sconti e agevolazioni, messi in campo grazie agli accordi con nuovi partner presenti sul territorio

• Diversificazione e arricchimento del programma di fidelizzazione dei clienti, attraverso nuove campagne antichurn e customer caring, volte a ridurre il tasso di churn, aumentare la customer retention e la conoscenza più approfondita dei clienti per programmare azioni mirate e offerte modulate per fasce di clientela specifiche
• Incremento visibilità di Iren Mercato e dei servizi offerti (brand awareness) attraverso la realizzazione di nuovi progetti di co-marketing, partnership e convenzioni con partner di livello nazionale
• Definizione di ulteriori offerte con servizi innovativi per il risparmio e l’efficientamento energetico (termostati intelligenti, caldaie di nuova generazione, ecc.) abbinate a campagne di sensibilizzazione e educazione del cliente al risparmio energetico
• Incremento delle potenzialità dell’App ClickIren, con aumento del numero e della tipologia di operazioni disponibili con conseguente possibile aumento del numero delle registrazioni
• Incremento delle adesioni al servizio bolletta digitale in fase di attivazione dei nuovi contratti
• Incremento del numero di clienti iscritti al loyalty program Club Iren Mercato e riqualifica del profilo del cliente da livello basic a livello premium e incremento del numero di partner in convenzione con il Club
• Realizzazione di iniziative e strumenti a servizio del cliente per consentire un controllo diretto e costante dei propri consumi, la possibilità di effettuare scelte consapevoli, adottare comportamenti sostenibili, razionalizzare i propri consumi

Fornitori

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI

Avvio del progetto di integrazione della procedura  gestionale di Gruppo per gli approvvigionamenti e la gestione del ciclo passivo per tutte le Società del Gruppo

Completamento dell’ambiente gestionale acquisti integrato con le esigenze di approvvigionamento delle principali Società del Gruppo

Ampliamento del sistema integrato di controllo dei fornitori in fase di richiesta d’acquisto e di offerta, di invito a gara (non ad evidenza pubblica) o di emissione di ordine per segnalare l’adeguata qualificazione del fornitore richiesto per forniture critiche o strategiche

Comunità e territorio

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI

Estensione dei “Comitati Territoriali” alle altre aree geografiche di riferimento

Avvio nel Comitato Territoriale di Piacenza di progetti condivisi e partecipati per il miglioramento dell’ambiente e dei servizi ai cittadini

• Attivazione dei Comitati Territoriali di Parma, Reggio Emilia e Torino
• Avvio di 16 progetti condivisi e partecipati per il miglioramento dell’ambiente e dei servizi ai cittadini nell’ambito dei Comitati Territoriali di Parma, Piacenza e Reggio Emilia
• Coinvolgimento dei cittadini nel suggerimento di idee, proposte e progetti di miglioramento di servizi e delle ricadute ambientali e sociali: più di 340 iscritti alla piattaforma on line IrenCollabora.it con oltre 550 interazioni

• Completamento dell’attivazione dei “Comitati Territoriali” su tutte le aree geografiche (provincia di Genova)
• Avvio nell’ambito dei Comitati Territoriali della realizzazione di progetti condivisi e partecipati per il miglioramento dell’ambiente e dei servizi ai cittadini
• Allargamento della base utenti della piattaforma Irencollabora.it

Azionisti e finanziatori

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI

Presidiare tutte le leve della comunicazione finanziaria, con particolare attenzione all’attività di roadshow, che permette un contatto diretto con gli investitori attuali e potenziali

Proseguire nelle attività di copertura dei fabbisogni finanziari per supportare gli investimenti con un equilibrato rapporto tra fondi a breve e medio/lungo termine

Ottimizzare il portafoglio di debito anche con attività di liability management finalizzate alla riduzione del costo del debito

• Costante attenzione dimostrata da tutto il management nei confronti della comunità finanziaria che ha permesso di comunicare al meglio alcuni dei momenti fondamentali della vita della società: presentazione del piano industriale, ottenimento del rating "investment-grade". I roadshow a supporto sono stati fondamentali e hanno toccato le principali capitali finanziarie europee
• Perfezionamento ed utilizzo di nuovi finanziamenti a medio-lungo termine per complessivi 800 milioni di euro, di cui 500 milioni di euro con una nuova emissione obbligazionaria pubblica della durata 7 anni
• Approvazione di un programma di emissioni obbligazionarie (EMTN Program) fino a un importo massimo di 1 miliardo di euro
• Attivazione di nuove linee committed (linee bancarie disponibili ma non utilizzate) pari a 200 milioni di euro a fine anno 2015, a supporto del profilo di liquidità del Gruppo
• Ottenimento dall’agenzia Fitch del rating pubblico Investment Grade pari a BBB- per Iren SpA e BBB per le emissioni obbligazionarie
• Finalizzazione di operazioni di liability management (es. Tender Offer) per la riduzione del costo del debito

Mantenimento di un alto interesse da parte degli investitori verso il Gruppo, anche in presenza di uno scenario macroeconomico non ancora stabilizzato. Particolare attenzione verrà posta nei confronti dei fondi statunitensi, il cui contatto avverrà non solo tramite conference call ma anche attraverso roadshow
• Prosecuzione delle attività di copertura dei fabbisogni finanziari per supportare gli investimenti con un equilibrato rapporto tra fondi a breve e medio/lungo termine
• Ottimizzazione del portafoglio di debito anche con attività di liability management finalizzate alla riduzione del costo del debito
• Mantenimento rating Investment Grade

Generazioni future

OBIETTIVI PER IL 2015
AZIONI INTRAPRESE NEL 2015
OBIETTIVI FUTURI

Iniziative capillari di divulgazione e di educazione ambientale rivolte all’infanzia e al pubblico adulto sui territori di riferimento

• Sviluppo di iniziative specifiche e innovative legate alla sostenibilità ed alla educazione, rivolte alle scuole dell’infanzia e scuole superiori
 • Consolidamento dei rapporti con soggetti ed enti presenti sul territorio sulle tematiche dello sviluppo sostenibile
• Arricchimento di Edu.Iren con nuovi moduli e pacchetti formativi e prime sperimentazioni di formazione on-line con altri soggetti (Università)
• Sperimentazioni di nuovi codici e linguaggi per informare i cittadini, in collaborazione con strutture di volontariato

• Ridefinizione complessiva del catalogo Edu.Iren con particolare attenzione alle politiche del MIUR sui temi della sostenibilità come base di una nuova materia curricolare
• Rafforzamento dei rapporti con gli Uffici Scolastici Regionali e MIUR
• Sperimentazioni di forme innovative di collaborazione Azienda-Scuola sui temi dell’Alternanza Scuola-Lavoro e formazione professionale
• Progetto-pilota di formazione on line destinato ai docenti

 

Avvertenze | Credits - Tutti i diritti riservati © 2010-2017 Iren S.p.A. - Via Nubi di Magellano, 30 - 42123 Reggio Emilia -
irenspa@pec.gruppoiren.it - Capitale sociale I.V. 1.276.225.677,00 euro - Codice fiscale/Partita IVA: 07129470014 .