Il servizio di teleriscaldamento

Sostenibile, efficiente e comodo: il teleriscaldamento è un servizio di riscaldamento a distanza che permette di trasportare il calore dalle centrali di produzione alle singole utenze, attraverso un’estesa rete di tubazioni interrate di acqua calda o surriscaldata.

Calore alle città

in modo sostenibile, conveniente e sicuro

 

Grazie alla dimostrata capacità di offrire benefici ambientali ed economici, il teleriscaldamento è una scelta energetica che migliora la qualità della vita.

 

 

Torino

Reggio Emilia

Parma

Genova

Piacenza

Torino (area metropolitana)

Le sorgenti principali del calore che alimenta la rete di teleriscaldamento metropolitana di Torino sono costituite dagli impianti di cogenerazione di Moncalieri e di Torino Nord; ad essi si aggiungono l’impianto di termovalorizzazione TRM, i sistemi di accumulo e le caldaie di integrazione e riserva.

Reggio Emilia

Il Nuovo Polo Energetico (Ciclo Combinato e Rete 2) costituisce il nucleo produttivo della rete di teleriscaldamento di Reggio Emilia; le centrali di Via Sardegna e Pappagnocca Terrachini fungono da integrazione e riserva. Ulteriori centrali localizzate nei pressi dei luoghi di utilizzo, producono, infine, energia frigorifera da destinare al servizio di teleraffrescamento/condizionamento.

Parma

 

La rete del teleriscaldamento di Parma è principalmente servita dal calore prodotto dalla combustione della frazione non recuperabile dei rifiuti all'interno del termovalorizzatore cogenerativo del PAI. Ad esso, si aggiungono le centrali di integrazione e riserva di Strada S. Margherita, ubicata all’interno della sede del Gruppo Iren, e di via Lazio, principalmente utilizzate nei periodi di massima richiesta termica. Una rete ulteriore, in isola, è alimentata dalla centrale termica Campus.

 

Genova

 

Il teleriscaldamento a Genova è alimentato dall'impianto a ciclo combinato Sampierdarena che rappresenta la prima realizzazione di ciclo combinato in Italia.

 

Piacenza

 

A Piacenza, Iren Energia dispone della centrale  di via Diete di Roncaglia; la produzione del calore è garantita anche dalla centrale cogenerativa Levante del Gruppo A2A. Dal 2020, inoltre, è disponibile anche il calore prodotto dall’impianto di termovalorizzazione di Borgoforte.